È stata riaperta Villa Rendano a Cosenza. A conclusione dei lavori di restauro, finanziati dalla Fondazione Attilio e Elena Giuliani onlus, che ne ha acquisito la proprietà dall’ Italgas, la villa, appartenuta alla famiglia del musicista Alfonso Rendano (1853-1931) ora si può visitare. L’ edificio, che fu ultimato nel 1891, dopo essere appartenuto ai Rendano passò di mano in mano, deteriorandosi. Adesso ospiterà una biblioteca telematica e dei centri di formazione nei campi delle energie alternative e per la rivalutazione del patrimonio storico. Venerdì 20 settembre verrà presentato a Roma (a Villa Malta in via di Porta Pinciana 1, alle 18), il volume Villa Rendano tra musica, arte e seta, curato dal soprintendente per i beni architettonici delle province di Cosenza, Catanzaro e Crotone, Luciano Garella. Il saggio ripercorre la storia della villa e del musicista Alfonso Rendano.

La Repubblica del 15/09/2013 – pag. 53 – sezione Cultura