La Fondazione “Attilio ed Elena Giuliani Onlus” continua la programmazione delle attività 2014 con il progetto “Laboratorio per la tutela e la valorizzazione dei paesaggi antichi e moderni calabresi” coordinato dai professori Battista Sangineto e Massimo Veltri dell’Università della Calabria.

Il prossimo appuntamento, venerdì 23 Maggio alle ore 16,00, è con il Seminario dal titolo “Strategie di integrazione e pratiche sostenibili del piano urbano a confronto: il caso Lombardia e il caso Calabria”, che si propone di analizzare i diversi aspetti che caratterizzano gli strumenti di pianificazione di “nuova generazione”, sia in termini di prassi adottate che di riverberazioni ipotizzate e realizzate. In questo quadro, il Seminario – rivolto ad amministratori, tecnici, studiosi, docenti, ricercatori, operatori nei diversi settori – ha il duplice obiettivo di mettere a confronto, da un lato, concreti casi di studio realizzati in Lombardia (che vanta ormai una consolidata esperienza di Piani di governo del territorio) e in Calabria (alla prima esperienza di elaborazione dei Piani Strutturali comunali) e, dall’altro, la visione che hanno della pianificazione urbanistica comunale i progettisti e coloro i quali hanno il compito di controllarne e verificarne le scelte.

Il confronto può svolgere un ruolo non secondario e originale nel tracciare un percorso orientato verso la definizione di strategie di integrazione e di pratiche sostenibili, che oggi sembrano rappresentare l’elemento innovativo per rendere maggiormente efficaci ed efficienti gli obiettivi condivisi nella maggior parte dei dettami normativi regionali in materia urbanistica.

In particolare le strategie di integrazione, connesse con le diverse politiche di sviluppo, dovrebbero intervenire per incrementare il capitale territoriale regionale che spesso trova difficoltà anche in termini di identificazione e quantificazione per carenza di dati disaggregati e aggiornati; mentre le pratiche sostenibili dovrebbero contribuire ad enfatizzare le finalità generalmente ricercate dai piani urbanistici, ossia ridurre, ricucire, riusare.

La giornata di studio, organizzata dal Laboratorio di Pianificazione Territoriale dell’Università della Calabria, sarà coordinata dal Prof. Mauro Francini e vedrà le relazioni di due docenti del Politecnico di Milano, la prof. Maria Valeria Erba e la prof. Maria Cristina Treu, che porteranno le esperienze di pianificazione realizzate in Lombardia, a cui seguiranno le relazioni di due dirigenti della Regione Calabria, il dott. Bruno Gualtieri responsabile dell’Assessorato Ambiente, e il Dott. Saverio Putortì responsabile dell’Assessorato Urbanistica, che illustreranno procedure e criticità dell’applicazione della Legge Urbanistica nella nostra regione, soprattutto alla luce delle ultime modifiche alla Legge Urbanistica Regionale e della recente adozione del Quadro Territoriale Regionale che apre a nuovi scenari nella pianificazione comunale, richiamando a un più stringente rispetto delle tematiche territoriali e ambientali.

Seguirà una tavola rotonda, moderata dal professor Mauro Francini, che vedrà la partecipazione di docenti dell’Unical, di rappresentanti degli Ordini professionali e degli Enti locali.