Per dare concreto avvio alla realizzazione del Progetto Villa Rendano, la Fondazione Attilio e Elena Giuliani onlus ha programmato, per il 2014, una serie di attività di ricerca, formazione, comunicazione e confronto di idee.

Il primo importante tassello programmatico è la convenzione che la Fondazione ha stipulato nel settembre 2013 con il Ministero dell’Ambiente, il Comune di Cosenza, l’Università della Calabria e il Safe (Sostenibilità Ambientale Fonti Energetiche) per promuovere ed aggregare competenze ed esperienze attraverso workshop e corsi di alta formazione in grado di dar vita a progetti per lo sviluppo sostenibile dell’energia, secondo un programma coordinato dal Prof. Giuseppe Chidichimo, presidente del Comitato Scientifico della Fondazione. Queste attività coinvolgeranno docenti accademici, manager di società del comparto energetico, rappresentanti delle Istituzioni nazionali e  locali.

Nasce un Osservatorio sull’innovazione sociale, coordinato dai professori Paolo Jedlowski e Ercole Giap Parini, per stimolare la discussione, l’analisi e la formulazione di proposte di ricerche interdisciplinari, nella consapevolezza che la complessità della realtà sociale non possa essere rinchiusa nei confini di una sola disciplina o prospettiva. L’Osservatorio è, quindi, particolarmente sensibile alle proposte di quei giovani ricercatori capaci di porsi al confine delle proprie discipline forti di uno sguardo che sappia arricchirsi di quello degli altri in percorsi di ricerca integrati.

Nell’ottica di una particolare attenzione all’ambiente e al territorio, la progettualità di Villa Rendano ospiterà, nel corso dell’anno 2014, un ciclo di seminari nell’ambito di un Laboratorio di Difesa del Suolo e dell’ambiente, integrato  da seminari per la tutela e la valorizzazione dei paesaggi antichi e moderni calabresi, coordinati dai Proff. Paolo Veltri, Massimo Veltri, Pasquale Versace.

In un impegno comune della città di Cosenza e dell’Università degli Studi della Calabria  il progetto Cre-Attivi, dialoghi intorno alla società, alla cultura, ai linguaggi, ai modi di con-vivere. Il progetto è coordinato dal Prof. Pietro Dalena.

Nel 2014 si avvia il lavoro preparatorio per realizzare, nel successivo anno, a Cosenza “Il Festival del libro, uno sguardo aperto sul Mediterraneo che si propone come un’invasione della città di parole e  idee. L’iniziativa sarà coordinata dal Dott. Daniele Cianfriglia.