Eventi

/Eventi/

Serata di Gala

Con Roberto Palermo; Duo Ayrton; Ensamble Enotria Brass Band; GIULIO TAMPALINI (special guest) e Daniele Fabio;Velia Ricciardi;Open Sound Group Quartet; Francesca Prestia Conducono Rino Amato e Perla Kedest con la partecipazione di Santo Spadafora. “Serata di chiusura con ospiti. Un ricco appuntamento musicale, leggero, festoso ed elegante ricco di artisti.

By | giovedì, 27 luglio 2017|

“Italianesi” SAVERIO LA RUINA

Una pluripremiata produzione Scena Verticale. Da Il Sole 24 ore “ Grande, grandissimo Saverio La Ruina, un condensato di bravura e di alto senso poetico, capace di condurre passo passo lo spettatore – per accenni, per piccoli gesti – dentro l’anima di un personaggio, come forse solo Eduardo e pochi altri hanno saputo fare. Eccezionale.” F.to Renato Palazzi

By | giovedì, 20 luglio 2017|

“Canti e Cunti Napolitani …” RINO AMATO

con Santo Spadafora e l’ensemble ARIA (Daniele Fabio – chitarra/arpa; Danilo Di Palma – chitarre; Katia Mancuso – viola da gamba; Franco Ruggero Pino – tenore; Teresa Musacchio – soprano) “… dal ’600 al ’900. La letteratura poetica e musicale del teatro napoletano antico, dal racconto barocco seicentesco di G. B. Basile fino a quello moderno di Eduardo De Filippo passando per quello fantastico di Salvatore Di Giacomo, in uno spumeggiante concerto /recital tra musiche, favole, arie e rivisitazioni, dalle villanelle tardo-barocche del ’600 alla rivista e la canzone classica napoletana del ’900.”

By | giovedì, 13 luglio 2017|

“La foule” LISA MANOSPERTI in concerto

Con Vince Abbracciante – fisarmonica e Anna Garofalo – voce narrante “Un voyage dans les lieux d’Edith Piaf”, un viaggio per i luoghi di Edith Piaf, un’icona assoluta, un percorso nelle maglie del passato, negli anfratti più suggestivi della musica d’autore francese, nell’opera acclamatissima di una personalità complessa e fascinosa che ha marchiato indelebilmente un’epoca.”

By | giovedì, 6 luglio 2017|

L’età dell’eleganza

Un percorso etno-antropologico attraverso tessuti, decorazioni e ricami calabresi nell'Ottocento. La mostra è aperta al pubblico dal 3 al 28 luglio dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,00

By | lunedì, 3 luglio 2017|

L’età dell’eleganza un percorso etno-antropologico attraverso tessuti, decorazioni e ricami calabresi nell’Ottocento

La Soprintendenza ABAP per le province di CS, CZ e KR, la Fondazione Attilio ed Elena Giuliani Onlus, e il Comune di Cosenza sono lieti di comunicare che lunedì 3 luglio 2017 alle ore 18,00, nella prestigiosa cornice di Villa Rendano, sarà inaugurata la mostra "L'età dell'eleganza un percorso etno-antropologico attraverso tessuti, decorazioni e ricami calabresi nell'Ottocento”, che si protrarrà fino al venerdì 28 luglio. La mostra sarà aperta al pubblico da lunedì a domenica dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle 16.00 alle 19,00. Nella giornata inaugurale, sono previsti gli interventi di: dott. Salvatore Patamia, il segretario regionale MIBAC per la Calabria, dott. Mario Pagano, Soprintendente ABAP prov. CS,CZ e KR; l’arch. Mario Occhiuto, Sindaco di Cosenza; il dott. Walter Pellegrini, Direttore Progetto Villa Rendano. Seguirà la presentazione della dott.ssa Nicla Macrì e gli interventi della dott.ssa Maria Luisa Albamonte e della storica dell’arte Anna Francesca La Rosa, oltreché della restauratrice Simonetta Portalupi. L'evento, sponsorizzato da enti, associazioni, istituti di credito e ditte presenti sul nostro territorio, è stato curato dalla sezione Demoetnoantropologica diretta dallo storico dell’arte Pietro Frappi, curatore della mostra e da restauratori della Soprintendenza con la collaborazione, per quando riguarda la messa in sicurezza dei manufatti e l'allestimento, della restauratrice Simonetta Portalupi della soc. Coop. "La trama e l'ordito", dalla Direttrice e il personale della Casa delle Culture, dal Direttore ed il personale del Progetto Villa Rendano ai quali vanno i nostri ringraziamenti a cui si aggiungono quelli, doverosi , al dott. Roberto Bilotti Ruggi d'Aragona mecenate ed ideatore della preziosa collezione Bilotti-Telesio. La mostra in questione,si prefigge di far conoscere, un patrimonio demo-etno-culturale che documenta, attraverso i tessuti, gli abiti, le decorazioni e i ricami,la vita aristocratica, borghese, agricola ed [...]

By | venerdì, 30 giugno 2017|News|

“Conserve” SASÀ CALABRESE in concerto

Con Alfredo Biondo – pianoforte; Angelina Perrotta - violino e viola; Giuseppe Miele – violoncello; Salvatore Cauteruccio – fisarmonica e Mario Chiodi – batteria “Un incontro con il cantautore calabrese che attraverso le sue canzoni ed i suoi racconti ci porterà all'interno della musica d’autore, con un ensemble di grande caratura artistica”Bassista. Essenzialmente autodidatta, ha però progressivamente integrato la crescita teorica e strumentale venendo a contatto con molteplici figure di rilievo, partecipando a vari stage, seminari e master class. Ha suonato e collaborato con Davide Santorsola, Pietro Condorelli, Marco Tamburini, Giuseppe Bassi, Joe Amoruso, Max Ionata, Marco Sannini , Dan kinzelman ed altri.

By | giovedì, 29 giugno 2017|

Sere d’estate a Villa Rendano. Seconda edizione

Dopo il successo collezionato lo scorso anno, a grande richiesta è attesa la seconda edizione di “Sere d’estate a Villa Rendano”. Un’esperienza unica in città! L’opportunità di trascorrere una serata estiva diversa, alternativa, all’insegna del bello, con un programma soft di musica e teatro e la possibilità di intrattenersi in Villa nel dopo spettacolo e godere delle sue bellezze architettoniche e di uno dei più belli ed esclusivi panorami della Cosenza antica e moderna. Definita come una delle manifestazioni più esclusive della città, ha un’unica presunzione, quella di fidelizzare un pubblico che apprezzi ciò che questo territorio esprime sia sul piano dei luoghi che dei talenti. Il recital sarà il modello principe caratterizzante le serate nello stile più consono al luogo. L’iniziativa è realizzata dalla Fondazione Attilio e Elena Giuliani Onlus, nella persona del Presidente Dott. Sergio Giuliani. L’idea nasce dalla collaborazione tra il Direttore del “Progetto Villa Rendano” l’editore Walter Pellegrini e il Direttore Artistico della rassegna Rino Amato. L’edizione di quest’anno propone cinque appuntamenti, come di consueto ogni giovedì a partire dal 29 giugno. Attori e musicisti a chilometro zero, troppo spesso “nemo propheta in patria” che, già nella nuova edizione e via via in quelle successive, potranno confrontarsi con artisti provenienti dal resto d’Italia e oltre. La novità è costituita da una Serata di Gala, che chiuderà la rassegna con numerosi ospiti e colpi di scena giovedì 27 luglio. La capacità della platea all’aperto nel giardino della Villa può contare su circa 230 poltrone prenotabili già dal prossimo mese di giugno, presso Villa Rendano o l’Agenzia cittadina di spettacolo “Inprimafila”. Come sempre l’obbiettivo è di regalare alla città di Cosenza eventi culturali capaci di diventare momenti di bellezza condivisa e soprattutto di [...]

By | venerdì, 23 giugno 2017|News|

Presentazione del libro “Rosso pompeiano di Abdon Alinovi”

Venerdì 5 maggio alle 17.30 si terrà a Villa Rendano la presentazione del libro “Rosso pompeiano di Abdon Alinovi”, ne parlano Francesca Izzo Università “L’Orientale” di Napoli e componente del Comitato Scientifico Fondazione Istituto Gramsci, On. Cesare Marini e Massimo Veltri, presidente comitato scientifico Fondazione Giuliani. In Rosso Pompeiano, attraverso il racconto di momenti ed esperienze della propria vita, Abdon Alinovi illustra la forza, la profondità e l’originalità di una cultura politica: è la cultura del “partito nuovo” di Togliatti e della elaborazione e del lascito di Gramsci.Quali erano, secondo il racconto di Rosso pompeiano, i nuclei di quella cultura politica? Essenzialmente un’idea (e una pratica) di politica e di partito. La politica è intesa come la capacità di elaborare e trasformare gli interessi e le necessità delle classi subalterne in una competitiva, rispetto a quella dominante, visione dell’interesse nazionale , come partecipazione democratica e come esercizio di egemonia. E di questi aspetti Alinovi fornisce un ricco campionario. Per quanto riguarda il partito, si tratta appunto del “partito nuovo” che è innanzitutto un’organizzazione di massa, non una setta formata da avanguardie depositarie della vera dottrina che ha la sua identità in un programma politico e non nel classismo socio- logico e nel finalismo massimalista. Insomma quell’intellettuale collettivo di cui parla Togliatti, cioè il luogo di incontro, di mediazione tra differenti, colti e incolti, di chi sa e chi no, di chi è dentro il recinto della cittadinanza e chi ne è ancora fuori o ai margini, e di costruzione di una autonoma soggettività politica capace di elaborare classi dirigenti autonome e nello stesso tempo in connessione sentimentale con chi dirigono. Un partito che nell’elaborare la propria visione dell’interesse nazionale avrebbe dovuto introiettare il meridionalismo come [...]

By | venerdì, 5 maggio 2017|

Tre secoli di musica francese per arpa solista

In occasione del suo 40° anno di attività, l’Alliance Française di Cosenza, in collaborazione con il LISE dell’UNICAL, la Fondazione Giuliani e il Progetto Villa Rendano, hanno organizzato giovedì 4 maggio alle ore 18,00 a Villa Rendano, il Concerto-Conferenza: “ Tre secoli di musica francese per arpa solista”. Dopo i saluti istituzionali, relazionerà la musicista cosentina M°Rosalba Cirigliano, che suonerà un’arpa Salvi Minerva.

By | giovedì, 4 maggio 2017|