Monthly Archives: marzo 2014

//marzo

Salvaguardia delle emergenze culturali: il caso dell’area di Sibari

La Fondazione “Attilio ed Elena Giuliani Onlus” continua la programmazione delle attività 2014 con il progetto “Laboratorio per la tutela e la valorizzazione dei paesaggi antichi e moderni calabresi” coordinato dai professori Battista Sangineto e Massimo Veltri dell’Università della Calabria. Primo appuntamento, venerdì 4 Aprile alle ore 16,30, con il Seminario dal titolo “Salvaguardia delle emergenze culturali: il caso dell’area archeologica di Sibari”, che introduce i temi e le attività del Laboratorio per la tutela e la valorizzazione dei paesaggi antichi e moderni calabresi, nato dalla crescente consapevolezza che in Calabria, come in tutta Italia, sta risorgendo una nuova attenzione nei confronti del territorio, dei beni storici, archeologici e culturali che insistono sul paesaggio, grazie ad approcci multi ed inter-disciplinari. Tale consapevolezza autorizza e spinge ad un rinnovato impegno, all’assunzione piena e consapevole di responsabilità, fortemente orientati verso soluzioni che indichino modelli di sviluppo diversi da quello che la crisi del modello attuale richiede ed  impone. Da qui la ricerca di nuovi paradigmi, di stili di vita improntati alla riscoperta delle radici comuni, di genuini caratteri identitari canalizzati verso orizzonti nuovi e antichi nello stesso tempo. In tale contesto, i Parchi nazionali e le aree protette meritano, senza dubbio, un’attenzione particolare; quali scrigni di tesori irripetibili, possono costituire una leva potente per quello sviluppo auto centrato di cui da tempo si discute, per abbattere il muro che separa l’economia dall’ecologia e per costruire “Agenzie per lo sviluppo sostenibile”. Così come i “Borghi abbandonati” della Calabria che, con la loro storia, i profili edilizi ed architettonici, i caratteri antropologici e geo-ambientali, segnano inequivocabilmente un panorama da catalogare, aggiornare, immettere all’interno del circuito di una Calabria che non censura la propria storia, anzi la rivive, la vivifica, [...]

By | lunedì, 31 marzo 2014|News|

Horizon 2020. Progetti di ricerca nella protezionedell’ambiente e nella pianificazione territoriale

Primo seminario del Progetto "Laboratorio di Difesa del Suolo", coordinato dal Prof. Paolo Veltri dell'Unical a Villa Rendano.  Il seminario intende presentare Horizon 2020, il nuovo programma di ricerca e innovazione lanciato dalla Comunità Europea. Dopo una breve introduzione generale, verranno analizzate in dettaglio le principali differenze rispetto al precedente programma FP7. Una particolare enfasi verrà data alle opportunità principali per gruppi di ricerca operanti nei settori principali di ingegneria Civile. Il seminario si concluderà con qualche accenno ad altre opportunità di supporto a progetti europei finanziati da altri paralleli programmi comunitari. Relatori saranno il Prof. Musmanno, docente Unical e delegato del Rettore alla Ricerca e Trasferimento Tecnologico e l’ing. Francesco Mari, project manager con esperienza nella preparazione di proposal in ambito europeo. A seguire Il prof. Roberto Musmanno coordinerà i lavori di una tavola rotonda a cui parteciperanno, oltre all’ing. Mari, l’ing. Andrea Attanasio, responsabile dell’ufficio Ricerca e Trasferimento Tecnologico dell’Università della Calabria, l’ing. Osvaldo Summaria, responsabile della sede calabrese dell’azienda di consulting Innova spa, e l’ing. Antonio Congiusta, ingegnere informatico che può vantare la partecipazione a diversi progetti nazionali ed europei.

By | giovedì, 20 marzo 2014|News|

Alain Resnais, l’immaginifico giocoliere dei linguaggi

“Alain Resnais, l’immaginifico giocoliere dei linguaggi” è il titolo di un omaggio al grande cineasta francese scomparso pochi giorni fa all’età di 91 anni, in programma giovedì 20 alle ore 17:30 a Villa Rendano, Cosenza. Per l’occasione sarà riproposto il suo film di maggior successo nelle sale italiane, On Connaît la Chanson (distribuito in Italia come Parole parole parole). L’evento, organizzato di concerto con l’Alliance Française, inaugurerà la programmazione cinematografica di Villa Rendano, recentemente restaurata e riaperta al pubblico dalla Fondazione “Attilio e Elena Giuliani onlus”. In apertura, ad illustrare brevemente la figura complessa di questo maestro della settima arte e la sua riconoscibilissima cifra stilistica sarà Ugo G. Caruso, storico del cinema che, nella sua frequentazione assidua della cinematografia francese d’ogni epoca, molto si è occupato della Nouvelle Vague, di cui Resnais è stato tra i principali esponenti, pur rimanendo fondamentalmente un outsider. L’incontro sarà introdotto da Franco Plastina, infaticabile animatore di cineforum – dal glorioso Cinecircolo Bruzio negli anni Settanta e Ottanta alla più recente associazione culturale “Iride” – che ha in cantiere proprio una retrospettiva dedicata a Resnais, comprendente i suoi titoli più memorabili, da Hiroshima Mon Amour e L’anno scorso a Marienbad a Muriel e La guerra è finita, da Providence e Mon Oncle d’Amérique a Voglio tornare a casa e Smoking/No Smoking, da Cuori all’ancora inedito Aimer, Boire et Chanter. A presentare il film interviene Chiara Veltri, traduttrice ed editor, a lungo curatrice di una collana dedicata all’analisi dei testi musicali per Arcana. On Connaît la Chanson (1997, vincitore di 7 César e dell’Orso d’Argento a Berlino ’98) è un’atipica commedia sentimentale in forma di musi- cal, incentrata sulle vicende di 6 personaggi, una divertente ronde tra equivoci, bugie e [...]

By | martedì, 18 marzo 2014|News|

Presentazione del libro “Camus deve morire”

Un''iniziativa culturale che rientra all'interno di una programmazione di  ampio respiro che costituisce il risultato di un incontro tra la Fondazione "Attilio e Elena Giuliani onlus", il Dipartimento di Lingue e Scienze dell’Educazione dell’Università della Calabria  e il Comune di Cosenza. Parole chiave  delle tante iniziative in programmazione sono cultura e creatività, da tempo considerate insieme come strumenti di sviluppo economico, tanto che, a livello comunitario, si parla di industrie culturali e creative. Il progetto culturale  ha come suo motivo ispiratore, fil rouge, l’avvicinamento città-università, da sempre al centro del dibattito politico e culturale, trovando nella parola chiave ‘cre-attivi’ la sintesi migliore dell’azione culturale che intende promuovere. Ulteriore esplicitazione deriva dal sottotitolo delle iniziative: dialoghi intorno alla società, alla cultura, ai linguaggi, ai modi di con–vivere. Il ruolo dell’Università e, nello specifico, del Dipartimento di Lingue e Scienze dell’Educazione, caratterizzato da una spiccata vocazione a carattere innovativo finalizzata alla ricerca scientifica, alla formazione culturale ed al progresso civile della società in cui opera, sarà volto alla promozione di iniziative culturali in ambito interdisciplinare e multidisciplinare. Obiettivo centrale è di favorire la terza missione dell’Università che, accanto a didattica e ricerca, consiste proprio nel trasferimento delle conoscenze dal mondo scientifico alla comunità, soprattutto nell’ambito del benessere economico e sociale. Il percorso culturale riguarderà la presentazione di libri, di ricerche, di iniziative che hanno come protagonisti docenti del Dipartimento di Lingue e Scienze dell’educazione e, nello stesso tempo, coinvolgerà ricercatori, istituzioni e associazioni culturali nazionali ed internazionali.

By | mercoledì, 12 marzo 2014|News|

I diritti in una terra difficile. Territori, salute e cittadinanza

Continuano a Villa Rendano gli eventi culturali che rientrano nel "Progetto Villa Rendano 2014", una programmazione molteplice  che spazia nei più diversi settori del sociale e nei più diversificati ambiti culturali. In particolare, giovedi 13 marzo alle 17.30, si svolgerà una conferenza dal titolo "I diritti in una terra difficile" che parte da una significativa domanda: cosa significa prendere la Costituzione italiana sul serio in una terra, come la Calabria, dove troppo spesso i diritti basilari dei cittadini vengono calpestati? Il Convegno sarà introdotto e moderato dalla costituzionalista Donatella Loprieno, ricercatrice di Diritto Pubblico dell’Università della Calabria, coinvolta in vaste ricerche internazionali sui diritti umani. Relazionano Pierpaolo Bruni, Sostituto Procuratore DDA Catanzaro, Ferdinando Laghi, medico e Vice Presidente Italia Sud dell'ISDE, Anna Melania Perrotta, medico veterinario, Le conclusioni sono affidate a Marta Perrotta,  avvocato del foro di Paola e profonda conoscitrice della devastazione che le mafie, e il sistema di potere che esse hanno intessuto, producono sul territorio calabrese in termini di avvelenamento delle acque e del suolo, con la conseguente lesione di uno dei diritti fondamentali come quello della salute.  

By | lunedì, 10 marzo 2014|News|

Cosenza Nuova, un patrimonio architettonico da recuperare

Venerdì 7 marzo alle ore 18,00, il FAI, delegazione di Cosenza, terrà a Villa Rendano una conversazione dell'illustre prof. ing. Alessandro CAMPOLONGO, docente presso l'UNICAL, autore di numerosi studi e pubblicazioni e grande esperto dell'architettura del Novecento, su "Cosenza Nuova, un patrimonio architettonico da recuperare". Attraverso gli edifici della prima metà dello scorso secolo il prof. Campolongo ci farà scoprire il valore culturale e storico dell'edilizia della città nuova, ancora oggi sconosciuto, e che invece dovrebbe costituire la base per un concreto e autentico rilancio di una realtà urbana che fu campione del Mezzogiorno italiano. Alla conversazione seguirà la visita guidata della Villa, a cura della delegata Fai Argia Morcavallo.

By | giovedì, 6 marzo 2014|News|

Convegno: L’Editoria come economia e cultura. Omaggio a Luigi Pellegrini per i suoi 90 anni

L’Editoria come motore economico e culturale di un territorio, collante tra le molteplici realtà di una regione, “luogo fisico e simbolico” per comprendere le trasformazioni del mondo.  L’Editoria attraversa tutti gli spazi interstiziali del sociale e, in maniera privilegiata, può essere immaginata come un caleidoscopio che riflette il tessuto connettivo della realtà circostante. Parte da qui il Convegno L’Editoria come Economia e Cultura, organizzato dalla Fondazione “Attilio e Elena Giuliani Onlus”, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria, che si terrà giovedì 6 marzo, alle 17.30, nella sede di Villa Rendano. Un Convegno a più tasselli che si propone di esaminare, attraverso voci molteplici, il ruolo trasversale e camaleontico dell’Editoria attraverso una direttrice bifocale, quella nazionale e quella regionale e, partendo dalle difformità territoriali, intende riflettere sul ruolo dell’Editoria in Calabria e sulle potenzialità di un settore spesso sottovalutato. L’Editoria, infatti, può essere considerata uno strategico crocevia economico-culturale e, in questa biunivocità, potrebbe essere candidata a diventare un volano di crescita economico-sociale oltre ad essere, sempre e comunque, uno straordinario luogo dove si crea cultura contro l’oscurantismo della nostra società. E’ stata questa, del resto, l’idea focale da cui ha mosso i suoi primi passi Luigi Pellegrini, fondatore della Casa Editrice Pellegrini, la cui storia editoriale, che dura da oltre sessant’anni, sarà raccontata nel corso del Convegno come testimonianza reale di un’Editoria, fortemente radicata e ancorata alla sua terra, ma dotata di uno sguardo lungimirante, aperto alle trasformazioni e alle evoluzioni economico-sociali nazionali, che ha rappresentato la sua carta vincente. Omaggio a Luigi Pellegrini per i suoi 90 anni è, infatti, il sottotitolo del Convegno che, tra i tanti suoi tasselli, vuole omaggiare la figura di un intellettuale  dotato quasi “di spirito profetico”  [...]

By | lunedì, 3 marzo 2014|News|