Monthly Archives: settembre 2013

//settembre

Villa Rendano in un libro. Il curatore Luciano Garella intervistato al TG3 Calabria

L'arch. Luciano Garella intervistato al TG3 Calabria. Cliccando  qui , dal minuto 15:36,  si può visionare l'intervista andata in onda il 26/09/2013.

By | giovedì, 26 settembre 2013|News|

Villa Rendano tra musica, seta e arte

E' in vendita sul sito della casa Editrice Pellegrini (www.pellegrinieditore.com) il volume  "Villa Rendano tra musica arte e seta" curato da Luciano Garella (Soprintendente per i Beni Architettonici e  Paesaggistici per le Province di Cosenza, Catanzaro e Crotone). Un libro prezioso che racconta, passo dopo passo, tutti i momenti del restauro nella Villa utilizzando il connubio di immagini e parole. “Un libro che nasce dalla volontà sia della Fondazione che della Soprintendenza di illustrare un metodo di lavoro ed un sistema operativo, pur rispettoso delle reciproche competenze e prerogative, e che ha lo scopo di contribuire alla conoscenza del patrimonio culturale della città di Cosenza” scrive Luciano Garella nella premessa al volume. “Villa Rendano è infatti esemplare e significativo simbolo dell’Eclettismo in terra di Calabria, residenza di una famiglia di imprenditori di cui, non casualmente, ha continuato a conservare il nome nonostante le molte vicende proprietarie che l’hanno riguardata ed il lungo tempo trascorso. Un palazzo incantato dunque come il risultato di una summa di architettura, pittura, scultura e … musica.” conclude Garella.  Il  volume , introdotto da Sergio Giuliani, con la prefazione di Francesco Prosperetti ( Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria), si avvale poi dei contributi di Luciano Garella, Enrichetta Salerno, Rossana Baccari, Stefania Tropea, Ippolito Costabile, Caludio Garritano , ed è corredato da una  corposa bibliografia e da una rilevante appendice documentaria.

By | martedì, 24 settembre 2013|News|

Presentazione del libro “Villa Rendano tra musica, seta e arte”

È tornata alla luce nella sua straordinaria bellezza Villa Rendano, uno dei palazzi più sontuosi di Cosenza, grazie all’impegno della “Fondazione Attilio e Elena Giuliani Onlus”, presieduta da Sergio Giuliani. Già residenza della famiglia Rendano, resa celebre dal genio musicale di Alfonso Rendano, la Villa, datata presumibilmente 1891, ha attraversato , per gran parte del Novecento, innumerevoli traversie che ne hanno compromesso la struttura interna e ne hanno alterato l’originaria fisionomia abitativa trasformandola quasi in toto. La “Fondazione Attilio e Elena Giuliani”, costituita a Roma nel 2010,  ha acquistato circa un anno fa la Villa che è stata sottoposta ad un radicale intervento di restauro realizzato grazie alla collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici delle Province di Cosenza, Catanzaro ,Crotone e Cosenza.Sono state perseguite le principali linee guida riconducibili al restauro critico, conservativo e di ripristino sia con l’intento di “recuperare” e “conservare” tutti gli elementi originali ancora presenti nella villa, sia cercando di “ripristinare” parti mancanti e di trasformare elementi esistenti rimaneggiati negli anni dai diversi proprietari, riconducendoli al loro aspetto originario attraverso fonti storiche. L’intervento di recupero ha coniugato ad un recupero filologico un recupero funzionale al nostro tempo. Un recupero capillare e certosino, dunque, documentato  anche iconograficamente nel volume "Villa Rendano tra musica arte e seta" curato da Luciano Garella (Soprintendente per i Beni Architettonici e  Paesaggistici per le Province di Cosenza, Catanzaro e Crotone) edito dalla Casa Editrice Pellegrini che “illustra il passato e il presente della Villa ". Un libro prezioso che racconta, passo dopo passo, tutti i momenti del restauro nella Villa utilizzando il connubio di immagini e parole. “Un libro che nasce dalla volontà sia della Fondazione che della Soprintendenza di illustrare un metodo di lavoro ed un sistema operativo, pur rispettoso [...]

By | venerdì, 20 settembre 2013|News|

Villa Rendano riaperta al pubblico apparteneva al musicista calabrese

È stata riaperta Villa Rendano a Cosenza. A conclusione dei lavori di restauro, finanziati dalla Fondazione Attilio e Elena Giuliani onlus, che ne ha acquisito la proprietà dall' Italgas, la villa, appartenuta alla famiglia del musicista Alfonso Rendano (1853-1931) ora si può visitare. L' edificio, che fu ultimato nel 1891, dopo essere appartenuto ai Rendano passò di mano in mano, deteriorandosi. Adesso ospiterà una biblioteca telematica e dei centri di formazione nei campi delle energie alternative e per la rivalutazione del patrimonio storico. Venerdì 20 settembre verrà presentato a Roma (a Villa Malta in via di Porta Pinciana 1, alle 18), il volume Villa Rendano tra musica, arte e seta, curato dal soprintendente per i beni architettonici delle province di Cosenza, Catanzaro e Crotone, Luciano Garella. Il saggio ripercorre la storia della villa e del musicista Alfonso Rendano. La Repubblica del 15/09/2013 - pag. 53 - sezione Cultura

By | domenica, 15 settembre 2013|News|

First International Retinoids meeting

Si è concluso il First International Retinoids Meeting 2013, il convegno internazionale di altissimo livello che rientra in un Programma mondiale finalizzato alla promozione dello studio della Vitamina A che, dopo una tre giorni universitaria presso l’Unical , si è spostato il 14 settembre, dalle 9.30 fino alle 18.00, presso la splendida Villa Rendano che, restituita alla città di Cosenza nel luglio scorso, grazie all’impegno della “Fondazione Attilio e Elena Giuliani Onlus” si candida a diventare la casa delle idee, luogo dove il pensiero prende corpo. Si tratta del primo importante appuntamento di rilevanza scientifica a Villa Rendano che, secondo le linee progettuali evidenziate durante la nella cerimonia di apertura dal direttore generale della “Fondazione Attilio e Elena Giuliani Onlus”, Franco Pellegrini , vuole essere un punto sinergico territoriale , capace di mettere insieme le eccellenze che il nostro territorio è capace di esprimere. Un ponte su cui le intelligenze camminano insieme e creano altri tasselli verso il futuro. Il First International Retinoids Meeting 2013 è di sicuro un tassello prezioso perché è il capostipite di una serie di conferenze sui retinoidi che vedranno Chicago (USA) come sede del congresso per il 2014 e Tokyo (Giappone) come sede ospitante per il 2015. E lo è ancor di più perché nasce da un gruppo giovane di ricercatori dell’Unical : Attilio Pingitore, Mariarita Perri e Anna Cordò, coordinati dalla Dr.ssa Erika Cione, presidente del Comitato scientifico ( ricercatrice presso il Dipartimento di Farmacia e Scienze della Salute e della Nutrizione–Unical) con l’ausilio dei dottori Roberto Cannataro e Maria Cristina Caroleo, insieme al gruppo del prof Joseph Leonard Napoli del Dipartimento di Nutritional Science&Toxicology dell’Università della California Berkeley. Un gruppo che ha portato all’attenzione dei massimi esperti di [...]

By | sabato, 14 settembre 2013|News|

Firmato l’accordo con il Ministero dell’Ambiente

Ecco il testo della Convenzione firmata con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare direzione generale per lo sviluppo sostenibile, il clima e l’energia; il Comune di Cosenza, la Fondazione Attilio e Elena Giuliani onlus;  l'Università della Calabria e SAFE - Sostenibilità Ambientale Fonti Energetiche.  

By | martedì, 10 settembre 2013|News|